wii vince ancora in USA, ma le console sono sempre più HD

29 marzo, 2007

355mila unità a febbraio contro le 228mila di Xbox360 e le 127mila di PlayStation3. Per il secondo mese consecutivo, la console Nintendo Wii è stata, secondo i dati rilevati dalla società di ricerca NPD group, la più venduta sul mercato statunitense.
La performance della console bianca ripete quanto accaduto nel mese di gennaio – quando avrebbe raggiunto 436.000 pezzi contro i 294.000 ed i 244.000 di Xbox360 e PS3 – e lo fa in un mese solitamente considerato fiacco dal punto di vista delle vendite dei prodotti di elettronica di consumo a causa dell’effetto post-natalizio. La prestazione indica, secondo l’NPD, una costante crescita del business delle game console, i cui volumi hanno segnato un incremento del 53% rispetto a quelli del febbraio del 2006.
Leggi il seguito di questo post »


DTT: LCN a Cagliari, fissato switch-off in Valle d’Aosta e delibera AGCom 109/07/CONS

23 marzo, 2007

Dal 22 marzo 2007, è disponibile nell’area all digital di Cagliari la funzionalità di numerazione automatica dei canali sintonizzati. Il sistema di Logical Channel Numbering (o LCN) replicherà per la televisione digitale terrestre la numerazione standardizzata dei canali già in uso per i programmi trasmessi sul satellite, assegnando ad ognuno dei broadcaster una posizione predefinita sui tasti del telecomando. Con le Rai ai primi tre posti, le Mediaset ai successivi, La7 ed MTV al 7 ed all’8 e poi a seguire gli altri canali, la lista elaborata dal DGTVi e condivisa con l’Autorità per le Garanzie delle Comunicazioni rappresenta il primo passo per la trasformazione della tv digitale terrestre in Italia in una piattaforma percepita come unitaria dagli utenti. La lista completa delle posizioni dei canali supportata dai 25 decoder in grado di gestire le segnalazioni è disponibile qua.
Leggi il seguito di questo post »


DTT, HD e dividendo digitale in Italia

16 marzo, 2007

Le frequenze utilizzate per le trasmissioni televisive analogiche hanno caratteristiche tali da essere considerate pregiate. Quale futuro si immagina per il loro utilizzo quando le tramissioni digitali avranno notevolmente incrementato l’efficienza nello sfruttamento dello spettro elettromagnetico?
Cos’è il dividendo digitale, come viene gestito in Gran Bretagna e cosa si sta facendo sul tema in Italia?
Leggi il seguito del post su Apogeo on line >


risultati pay-tv DTT in Italia e crescita del mercato in Europa

15 marzo, 2007

Il consiglio di amministrazione di Mediaset ha approvato il bilancio per l’esercizio 2006, elencando ricavi netti per 3.747,6 milioni di euro ed un risultato operativo di 1.036,6 milioni di euro. Sul fronte della tv digitale terrestre, il servizio di pay-tv Mediaset Premium ha generato ricavi per 108 milioni di euro, con 1,1 milioni di carte prepagate vendute nel 2006 e 4,1 milioni di ricariche attivate. Nel 2005 i ricavi derivanti dal servizio di pay tv erano stati 44 milioni.  Le nuove tessere vendute dall’inizio dell’anno sono state 250.000, e 1,2 milioni le ricariche.
Anche il gruppo Telecom Italia Media ha presentato i risultati della propria attività nell’anno appena trascorso, dichiarando ricavi di 207,5 milioni di euro ed un risultato netto di -101,1 milioni di euro con investimenti industriali nell’ordine di 84,8 milioni; sul fronte della tv digitale terrestre, i ricavi sono più che triplicati rispetto al 2005, con 31,5 milioni di euro rispetto ai 10,4 del 2005. Le carte La7 CartaPiù messe in distribuzione al 31 dicembre sono state oltre un milione, ed il tasso di attivazione è stato del 65%.
Leggi il seguito di questo post »


DVD player ad alta definizione e game console

7 marzo, 2007

Microsoft ha annunciato che da sabato 3 marzo è disponibile nei negozi il lettore di dischi HD-DVD esterno da collegare alla console Xbox 360: il prezzo al pubblico è fissato a 199.99 euro. Sebbene nella console non sia disponibile una porta HDMI, ma solo un adattatore component o VGA, il driver per HD-DVD è definito “un accessorio che non può mancare in casa di tutti gli amanti della next gen, in grado di trasformare il salotto di casa nella migliore esperienza home theatre con una nitidezza di immagini e colori mai vista“. Richard Teversham, EMEA director of marketing and platform per XBox 360 ha inoltre aggiunto che “XBox 360 HD-DVD è la proposta con il miglior valore per chi vuole guardare film in alta definizione“. Al momento infatti, il modello HD-DVD Toshiba E1 (con ben altre caratteristiche hardware) costa dai 528 ai 699 euro, mentre per portarsi a casa una XBox 360 core ed un lettore esterno ne bastano 488.
Leggi il seguito di questo post »


switch off a Cagliari ed HD su DTT

1 marzo, 2007

“Cagliari come Berlino”: così commenta il Sole24ore di oggi lo switch off delle frequenze analogiche di RaiDue e Rete4 avvenuto questa notte alle ore 3.
Nei giorni che hanno preceduto il parziale spegnimento delle frequenze analogiche su Cagliari e sugli altri 122 comuni coinvolti si sono registrati massicci acquisti di decoder e frequenti code nei negozi di elettronica di consumo; dal 19 al 26 febbraio sono stati richiesti 4.300 contributi per i decoder DTT, e solo nella giornata di ieri ne sono stati erogati 7.000, contro i 20mila totalizzati nell’intero anno 2006. Il Ministro delle Comunicazioni, che in una dichiarazione non nasconde la sua soddisfazione per quello che definisce un “passo concreto” nella transizione del sistema televisivo dall’analogico al digitale, ha investito nell’operazione 4 milioni di euro, di cui 2.4 per i contributi statali (70 euro per 35mila ricevitori) ed oltre un milione a Poste Italiane per l’attivazione e la gestione del call center. Il Ministero, inoltre, ha finanziato con il consorzio Sardegna Digitale lo sviluppo di servizi interattivi di pubblica utilità per un totale di 2,5 milioni di euro, ai quali sono stati aggiunti 1.28 milioni dedicati alla Valle d’Aosta per la stessa finalità.
Insieme a Rete4, su quella che era una volta la frequenza analogica del canale è ora presente il servizio R4 HD che rappresenta una delle prime esperienze italiane di broadcasting reale di un segnale 1080i codificato H264 su tv digitale terrestre.
Leggi il seguito di questo post »


due modelli di tv via Internet, ed alcuni numeri sul loro futuro

26 febbraio, 2007

Nel 2010 la IPTV espanderà il suo business a 2.6 miliardi di euro, rappresentando il 12% del mercato europeo della pay-tv; e la crescita dei mercato degli User Generated Content sarà ancora più alta, quando nel 2010 poterbbe superare i 2 miliardi di euro, pari al 18% del mercato pubblicitario europeo su Internet.  E’ quanto emerge dal rapporto “The creative industry: IPTV, User Generated Content and social networks” pubblicato oggi dalla società di consulenza sull’economia digitale ITMedia Consulting.
Il rapporto pone l’attenzione sui due tipi di modelli a cui ci si riferisce quando si prova ad immaginare il modo in cui Internet potrebbe recapitare i contenuti audiovisivi sul televisore degli utenti: quello dell’IPTV, che prevede il re-broadcasting di flussi live di altre emittenti ed il Video On Demand (o VOD) di contenuti principalmente professionali, e quello di un’ancora ipotetica web-tv, che lascerebbe all’utente un ruolo attivo sia nella selezione che nella eventuale produzione di contenuti.
Leggi il seguito di questo post »